Tab social
Spazio Soci
 

Banca di Credito Cooperativo: impresa a responsabilità sociale

I nostri valoriLa responsabilità sociale della Banca di Credito Cooperativo è scritta non soltanto nello statuto, ma soprattutto nelle strategie, nei piani operativi, nei comportamenti.

La ricchezza che viene creata dalla Banca di Credito Cooperativo resta nel territorio, non soltanto perché la quasi totalità degli investimenti per lo sviluppo dell'economia è rivolta alla comunità locale, ma anche perché il patrimonio dell'azienda è ed è destinato a rimanere un bene di tutta la comunità. Un bene di cui nessuno (neanche i soci della Banca) si potrà mai appropriare.

La Banca destina inoltre consistenti risorse al sostegno degli organismi locali e per la realizzazione di attività nel campo dell'assistenza, della cultura, dell'ambiente. In una parola, per il miglioramento della qualità della vita nel territorio.

Le azioni per la prevenzione dell'usura

I vantaggi derivanti dal radicamento nel territorio, la vicinanza al cliente, la conoscenza delle sue abitudini finanziarie e di consumo hanno reso il Credito Cooperativo un importante canale di finanziamento delle famiglie e delle piccole imprese.

Per la natura e le caratteristiche che la connotano, la Banca di Credito Cooperativo continua ogni giorno a contribuire all'opera di prevenzione dell'usura attraverso una serie di strumenti:

  • erogando “poco a molti”;
  • concedendo una significativa percentuale sul totale degli affidamenti a famiglie e piccole e medie imprese;
  • aderendo a consorzi di garanzia fidi e simili;

Il contributo alle istituzioni

A fronte della consistente attività, nel corso del 2005, la Banca ha versato all'Erario 3.057 migliaia di Euro di imposte proprie, di cui circa 2.016 da computare a carico di esercizi precedenti (imposte differite) o futuri (imposte anticipate).

La Banca collabora con lo Stato nell'applicazione di normative di rilevante valore sociale come quelle relative all'antiriciclaggio e alla prevenzione del crimine. Tale attività ha un costo, derivante anche dalla difficoltà di automatizzare il processo operativo (ad esempio nel caso di accertamenti richiesti dalla Magistratura) e all'elevato numero di adempimenti da assolvere.

La Banca ha inoltre fornito supporto concreto agli enti e alle istituzioni presenti sul territorio attraverso lo svolgimento di servizi di tesoreria e di cassa.

L'azione di promozione sociale e culturale

La Banca promuove lo sviluppo sociale e culturale del territorio e delle comunità locali in due modi: sostenendo l'attività delle organizzazioni che svolgono questo ruolo (spesso enti nonprofit, cooperative sociali, organismi di volontariato...); realizzando direttamente numerose attività e iniziative di tipo sociale e culturale.

Nel corso del 2005 abbiamo contribuito a circa 250 interventi, destinati a sostenere una molteplicità di iniziative nel campo sociale, sportivo, delle scuole e delle parrocchie, con un esborso complessivo intorno ai 670 mila euro.

Fra i tanti, spiccano per importanza l'intervento a favore della Asl MI 2, atto a finanziare una campagna preventiva dei tumori nella popolazione femminile, e quello a favore dei bambini delle favelas brasiliane e la festa dei pensionati.

Gli interventi sul territorio sono stati distribuiti secondi criteri di priorità, privilegiando::

  • scuole
  • associazioni sportive
  • associazioni di solidarietà, culturali e del tempo libero
  • parrocchie e altre istituzioni religiose

anche collaborando con le organizzazioni prescelte, mettendo gratuitamente a loro disposizione spazi della Cassa e specifici servizi.

Il valore per l'ambiente

...Il Credito Cooperativo è legato alla comunità locale che lo esprime da un'alleanza durevole per lo sviluppo. (art. 7)

Non può esistere uno sviluppo durevole che non sia sostenibile, ovvero attento insieme alle implicazioni di carattere economico, sociale ed ambientale.

Per tale ragione, la nostra Banca ha cercato, sia come singola impresa, sia come intermediario che svolge attività creditizia, di salvaguardare e valorizzare il patrimonio ambientale, nonché di sostenere e promuovere le imprese e gli organismi che si occupano dello sviluppo ecologicamente sostenibile.

Per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti tossico-nocivi (pile, toner ...) la Banca si avvale di una ditta specializzata per lo svolgimento di tale attività.

Attenzione viene posta anche allo smaltimento della carta, assicurato da un operatore che gestisce il recupero. Per gran parte delle sue pubblicazioni, la Banca ha scelto inoltre di utilizzare carta riciclata.

Per quanto riguarda il risparmio energetico, la Banca utilizza nei propri locali prevalentemente lampade a basso consumo ed è intervenuta per realizzare le opere utili (isolamento, coibentazione, riscaldamento) atte a ridurre i consumi e a diminuire l'emissione di gas inquinanti.